DOTT.SSA CHIARA NARDONE

Blog Psicologia e Psicoterapia

Sei vittima di un partner narcisista? Ecco come scoprirlo

31 Gen 2020 | Problemi di coppia

Narcisista - Eco e Narciso

Ti fa provare la magia della passione, poi diventa di ghiaccio e non si fa più trovare?

Non ce la fai a staccarti anche se ti fa soffrire?

Ti fa sentire l’unica e dopo un istante sei una delle tante?

Molto probabilmente sei vittima di un partner narcisista!

Mi perdoneranno gli uomini se in questo articolo faccio riferimento al popolo femminile come esempio di vittima del partner narcisista. Nella realtà sono altrettanto numerose le vittime maschili di donne “mangia-uomini”.

Il mito di Narciso

Una ninfa, dopo essere stata sedotta da una divinità, diede alla luce un bambino di straordinaria bellezza, Narciso.

La ninfa, da mamma apprensiva, consultò un indovino, il quale predisse che suo figlio avrebbe raggiunto la vecchiaia soltanto se “non avesse conosciuto mai se stesso”.

Narciso, abile cacciatore, divenne noto per la sua bellezza e per la sua inaudita crudeltà, in quanto rifiutava e allontanava ogni persona che lo avesse amato. Lo stesso fece con Eco, ninfa innamorata da sempre di lui, che fu respinta e maltrattata.

Così, le divinità colpite dalla sofferenza di Eco, lo punirono…

Narciso, mentre cacciava nel bosco, si fermò ad una pozza per bere e vide per la prima volta la sua immagine riflessa. Quel viso gli apparve così bello che si innamorò perdutamente del ragazzo che stava fissando. Non appena si accorse che l’immagine riflessa era la sua, cadde nella pozza lasciandosi morire tra lamenti di dolore.

Quando le ninfe cercarono il corpo per porlo sul rogo funebre, trovarono un fiore, al quale fu dato il nome di narciso.

Nel mito si narra addirittura che Narciso, attraversando il fiume dei morti, lo Stige, si affacciò dal battello che portava nell’oltretomba, sperando di ammirare per l’ultima volta il suo bellissimo viso.

Il narcisista in epoca moderna

Il termine narcisista è stato ripreso dall’antico mito per descrivere persone caratterizzate da vanità e auto-ammirazione. Ma nonostante nel mito l’attenzione di Narciso sia focalizzata solo sulla propria immagine estetica, quello che oggi definiamo narcisista ha un “amore” esagerato per se stesso in generale, non solo rivolto alla propria bellezza. E quasi sempre in queste persone, si manifestano dei caratteri tipici che si ripetono come in un copione. Proviamo a scoprirne alcuni.

Caratteristiche della persona narcisista

1) #persuasore

La principale caratteristica è che il “Narciso” ha doti relazionali fuori dal comune. Grazie ad un’abilità comunicativa altamente persuasiva, conduce dolcemente gli altri a credere in ciò che afferma. Attraverso le sue narrazioni, ha, inoltre, la capacità di apparire migliore di quanto sia davvero.

È il più preparato tra i colleghi… 

È il più forte a tennis… 

È il più abile nel “fai da te”… 

Questo vale anche per gli aspetti negativi della vita. Ovvero, se ci sono impedimenti o limitazioni lui sarà il “migliore” anche in quello.

Ha una moglie che lo opprime e gli rovina la vita… 

Si è rotto menisco, rotula, legamenti e mille altri parti anatomiche…

Ha faticato più degli altri per arrivare dov’è…

Insomma, il narcisista si descrive come un passo avanti a tutti o come vittima sacrificale da compatire. In entrambi i casi, appare una persona a cui dare la tua attenzione… che “merita” la tua attenzione!

2) #eclettico

Un altro “marchio di qualità” del narcisista è provare sempre a “rigirare la frittata”, tentando di accusarti. E purtroppo nella maggior parte dei casi ci riesce!

In altre parole, se tu avvalori tesi che vanno a suo discapito, lui costruisce una rilettura della situazione a suo vantaggio. Pertanto, senza accorgertene, ti ritrovi a dubitare della tua visione della realtà… e pensi: «Forse ha ragione lui!!»

Riassumendo, il narcisista è così convinto quando ti spiega qualcosa che mette in crisi la tua “normale” logica di ragionamento.

Nell’eventualità, tu riuscissi a controbattere lasciandolo senza argomentazioni, la sua reazione sarà quella di arrabbiarsi e abbandonarti o comunque incastrarti in un ricatto emotivo.

3) #profittatore

Attraverso il ricatto emotivo, fa leva sul tuo senso di colpa. Qualsiasi cosa tu faccia, qualsiasi decisione tu prenda sarà sempre sbagliata.

Questo effetto paradossale è la conseguenza di un tipo di comunicazione ambivalente che gli permette di tenerti sempre sotto scacco. E tu, pur di non perderlo, ti rimangi quello che hai affermato o chiedi infinitamente scusa per un comportamento che lui (e ripeto SOLTANTO LUI!!) ritiene inadeguato.

Ti ritrovi chiusa in casa il sabato sera, mentre prima di incontrarlo uscivi anche di lunedì! 

Hai paura a guidare l’auto da sola… cosa mai successa in passato!

Hai mollato i tuoi hobby e le tue amiche, perché non accetta che tu abbia una vita oltre a lui!

Di conseguenza, annienti la tua identità pur di assecondare le sue richieste (ASSURDE!!).

4) #corteggiatore

Capita spesso, che il narcisista, soprattutto nelle fasi iniziali della relazione, dimostri di non dare troppa importanza alla sfera sessuale.

È molto orientato al corteggiamento, a volte in uno stile fuori dal tempo, con cui inizia a farti sentire come unica ed esclusiva. E intanto comincia a conoscerti, a capire quali sono i tuoi tasti dolenti e quali invece le tue passioni. Ovviamente, tutte queste informazioni saranno utilizzate (volontariamente o involontariamente) dal narcisista per tenerti testa in discussioni future o richieste di chiarimenti per certi tipi di atteggiamenti per lui inaccettabili (vedi punto 3).

5) #uomodisuccesso

Come se tutto ciò non bastasse, frequentemente il narcisista ricopre un ruolo professionale di livello (imprenditore, top manager, personaggio di spicco, etc). Sono proprio le sue capacità comunicative e relazionali a favorirlo nella carriera. Purtroppo, il suo status sociale è un’altra esca che spinge la preda a cadere nella sua gabbia dorata (che, sebbene, dorata resta pur sempre una gabbia!!).

È sempre ben vestito e impeccabile…

Ha una cultura smisurata e può confrontarsi con chiunque su ogni ambito…

È molto rispettato da colleghi e collaboratori ed è riconosciuto come leader…

Ha l’auto nuova, l’ultimo modello di smartphone, le cuffie wireless e lo smart-watch di ultima generazione…

6) #uomovittimadellavita

Come affermato in precedenza, esiste una modalità di narcisismo che fa leva sulla compassione della partner.

Ovvero, il narcisista appare vittima di un sistema o del destino avverso e, facendole pietà, incastra la sua vittima nella sua trappola.

Arriva sempre in ritardo o non si presenta per niente agli appuntamenti che fissate trovando scuse impensabili…

Se gli recrimini che pensa solo per sé, ti risponde che lo sai che ha tanti impegni lavorativi o familiari…

Il fatto di non potersi permettere gli strumenti che vorrebbe o il fatto di avere dei problemi di salute, è la prova della sua bravura nell’arrangiarsi e comunque avere risultati eccellenti…

Come uscire dalla trappola

Questi aspetti possono manifestarsi a seconda delle situazioni… a seconda di come è vantaggioso per il Narciso!

Non sempre sono così evidenti ed esagerati come sono stati descritti ma quello che deve farti riflettere è che…

Il narcisista esce sempre vincente!

Ovviamente, si sente vincente dal suo punto di vista. Quindi, se riesci a distaccarti dal suo modo di vedere le cose e inizi a leggere la realtà da una prospettiva esterna, già capisci quanto sia fuorviante e deleteria la relazione con lui. Spesso basta stare ad ascoltare (ma attivamente e  con attenzione!) i commenti delle persone esterne alla coppia, che vedono obiettivamente la situazione.

Intanto, tieni sempre a mente che:

“Quando sembra troppo bello o troppo brutto stagli alla larga!”
Detto noto tra i subacquei

 

blank
Psicologa Psicoterapeuta specialista in Terapia Breve Strategica, Comunicazione, Problem Solving e Coaching Strategico